Briciole di pane

04/11/19 14.11

B-Cert sbarca in Europa

La ESOC (European Open Science Cloud) è una iniziativa europea che permette alle società private di accedere a risorse tecnologiche e infrastrutture condivise per collaborare efficacemente con le Istituzioni e accedere a servizi tecnici, dati di ricerca e risorse umane. In particolare, sulla infrastruttura EOSC-hub, sono attualmente in corso diversi progetti legati alla tecnologia Blockchain.

Nel mese di ottobre Net Service ha stretto una partnership con EOSC-DIH per implementare sulle loro infrastrutture una nuova versione di B-Cert.
 

Sviluppato da Net Service in collaborazione con FlossLab, il centro di competenza di Net Service sulla Blockchain, B-Cert consente di certificare qualunque tipologia di documento o registrazione digitale su una Blockchain pubblica e di ottenere un certificato digitale univoco di avvenuta registrazione.

L’obiettivo è permettere alle Università europee di inserire i certificati di laurea, in formato digitale, in un registro Blockchain.
 

I titoli di studio originali possono infatti  essere facilmente  manipolati e falsificati, a fini di frode o utilizzo illecito.
In un sistema basato su Blockchain i documenti cartacei vengono integrati da documenti digitali all’interno di un registro distribuito, che rende l'informazione immutabile, inalterabile nel tempo e facilmente accessibile. 
La Blockchain garantisce quindi che i certificati di laurea non possano essere né modificati, né falsificati, perché ne esisterà un’unica copia digitale, quella registrata al momento dell’emissione dall’Ente autorizzato a farlo.

digital hub,b-cert,blockchain,technology

News correlate